Come anagrafare gli articoli

L’archivio articoli contiene i dati anagrafici di ogni articolo, sia di vendita che di acquisto. E’ inoltre possibile inserire i riferimenti a servizi, costi e ricavi che non generano alcuna esistenza di magazzino.

La schermata si compone nella sua parte superiore, dai dati principali che caratterizzano l’articolo:

  • Codice (A): codice primario identificativo dell’articolo;
  • Codice (B): codice secondario dell’articolo, utile nelle fasi di ricerca;
  • Descrizione (A): campo descrittivo primario dell’articolo;
  • Descrizione (B): descrizione aggiuntiva a completamento del campo precedente;

Il pulsante  se illuminato, indica che l’articolo corrente è compreso in una distinta base, e se premuto verrà visualizzata la distinta a cui l’articolo appartiene.

Il pulsante  consente di effettuare una ricerca articoli tramite l’imputazione di un codice a barre.

Il pulsante  consente di visualizzare e gestire i codici alternativi relativi all’articolo.

Il pulsante  consente di attivare la gestione degli imballi e vuoti per l’articolo.

Il pulsante  consente di attivare la gestione delle promozioni relative all’articolo.

Il pulsante  consente di attivare la gestione delle lingue estere relative all’articolo.

Tale Gestione, se abbinata al modulo aggiuntivo”E-Comm” permette di gestire l’ E-Commerce “B2B e B2C” in lingua estera.

La parte inferiore è composta da quattro schede: Dati Generali, Dati Acquisti, Altri Dati e Notizie. Per l’inserimento dei dati nella schermata vedi Funzioni di Data-Entry.

 Dati Generali

la presente pagina contiene informazioni di carattere generale riguardanti l’articolo:

 

Questa scheda è composta dai campi seguenti:

  • Categoria: codice della categoria merceologica dell’articolo (es. Alimentari, Cancelleria);
  • Raggrupp.: codice del raggruppamento dell’articolo in base alla tipologia, marca, qualità (es. Pasta, Matite);
  • Stagione: codice di riferimento alla stagione, collezione o campagna;
  • Reparto: codice di riferimento al reparto di appartenenza;
  • Aggregazione: codice di aggregazione, gruppo o insieme di articoli;
  • Unità di Misura: specifica l’unità di misura da utilizzare per quantificare l’articolo;
  • Num. Colli:  numero di colli che compongono il singolo articolo;
  • Un. Mis.(2): eventuale seconda unità di misura di conversione riguardante l’articolo;
  • Conversione: valore di conversione per la seconda unità di misura;
  • Peso/Vol.: inserire in questo campo fattore numerico da utilizzare per il calcolo del Peso o Volume;
  • Peso/Vol.(2): secondo fattore numerico per il calcolo del Peso e Volume nelle vendite;
  • Codice IVA: specificare il codice indicante l’aliquota Iva da applicare all’articolo nelle fasi d’acquisto o di vendita;
  • List. 1 (Ufficiale): indicazione sul prezzo di listino ufficiale stabilito dalla casa produttrice;
  • Listino 2 .. 5: riferimenti ad altri prezzi di listino da utilizzare in fase di vendita; 
  • Rif.List.Ufficiale:   riferimento o numero del listino ufficiale della casa produttrice;
  • Data:  data di riferimento dell’ultimo listino ufficiale;
  • Un.Mis.Rif:Unità di misura standard di riferimento alla tipologia di prodotto;
  • Q.tà Un.Mis.Rif.:Q.tà standard di riferimento alla tipologia di prodotto;
  • Sconto: sconto da applicare all’articolo nelle fasi di vendita;
  • Ubicazione:  posizione o luogo di reperimento dell’articolo;
  • Art.62 Prodotti agricoli/alimentari:  classificazione del prodotto agricolo/alimentare (Deteriorabile/Non deteriorabile/Altro)

Alcuni dei campi descritti precedentemente necessitano di una attivazione nei parametri di gestione (vedi Parametri Gestione).

Utilizzando gli appositi campi selezionabili, è possibile inoltre:

  • Classificare un articolo senza provocare movimentazione di giacenze, selezionando il campo Senza Movimentazione;
  • Escludere un articolo dalla stampa dei listini, abilitando il campo Escludi dalle stampe listini;
  • Classificare un articolo come già esaurito o in esaurimento, attivando il campo In Esaurimento;
  • Gestire l’articolo in partite, selezionando il campo Genera Partite;
  • Gestire l’articolo all’interno del sito internet aziendale, abilitando il campo WEB.
  • Per bloccare l’articolo impedendone il suo utilizzo in ogni fututo movimento di carico/scarico, selezionare Terminato.
  • Se selezionato, implica che l’articolo concorre al calcolo della base imponibile su cui applicare la Ritenuta d’Acconto.
  • Se selezionato, indica che si tratta di un articolo utilizzato per l’addebito dell’eco-contributo RAEE.

La griglia posta in basso evidenzia le giacenze dell’articolo corrente, suddivise per ogni singolo magazzino. Per la modifica o la cancellazione dei dati  vedi Funzioni di Data-Entry

Dati Acquisti

in questa pagina vengono trattati i dati riguardanti l’acquisto dell’articolo:

I campi seguenti compongono questa scheda:

  • Ultimo Forn.:  codice del conto aziendale relativo all’ultimo fornitore dell’articolo;
  • Forn. Primario: conto aziendale relativo al Fornitore primario dell’articolo;
  • Prezzo Acq. Iniziale: prezzo d’acquisto iniziale dell’articolo;
  • Ultimo Agg. listino:  data relativa all’ultimo aggiornamento del listino;
  • Listino Ufficiale: specifica il prezzo di listino di vendita ufficiale, stabilito dalla casa produttrice;
  • Sconto Acquisto:  l’ultimo sconto d’acquisto applicato dal fornitore;Descriz. Sconto: campo descrittivo libero, utile a riassumere brevemente lo sconto applicato;
    • S: questo pulsante permette il calcolo della percentuale di sconto applicata, in base all’ultimo prezzo d’acquisto;
  • Ultimo Prezzo Acq.:  ultimo prezzo d’acquisto applicato dal fornitore;
  • Ult. Prezzo Netto: ultimo prezzo netto d’acquisto (che spesso coincide con un prezzo promozionale);Provvigione: percentuale di provvigione riservata all’agente o rappresentante;
    • Ric. %: ricarico in percentuale calcolato sul prezzo di listino ufficiale;
  • Costo Facchinaggio: costo di facchinaggio relativo alla singola unità di misura dell’articolo;
  • M/C/S Ricavo: codice mastro di ricavo di riferimento in contabilità;
  • M/C/S Costo:   codice mastro di costo di riferimento in contabilità;
  • C.d.C.: codice del centro di costo abbinato all’articolo. Se viene abbinato un centro di costo verrà ereditato in automatico nelle fasi di acquisto/vendita dell’articolo nelle righe movimenti.
  • Data Inserimento:  data di creazione dell’articolo;
  • Data Ultima Modifica:  data dell’ultima modifica eseguita sui dati dell’articolo.
  • Data Ultimo Acq.: data relativa all’ultimo acquisto (Carico da Fornitore);
  • Data Stampa Frontalino: data relativa all’ultima stampa del frontalino (o etichetta);

Nel riquadro Prezzi Medi viene evidenziato il prezzo medio d’acquisto e  il prezzo medio di vendita dell’articolo.

Se non impostato nessun particolare parametro, nell’angolo in basso a destra di Dati Acquisti, comparirà un dettaglio della gestione dei ricarichi sulla base dei prezzi d’acquisto sia nella gestione classica, sia nella gestione IVA INCLUSA. (come nelle immagini seguenti)

Il riquadro Composizione Prezzo Acquisto, da attivare nei parametri di gestione (vedi Parametri Gestione), permette di evidenziare i singoli costi che concorrono a formare il prezzo d’acquisto.

Si noti possibilità, grazie al pulsante cerchiato nella figura in alto, di richiamare direttamente il Fornitore mediante lettura di un codice a barre (codice alternativo) precedentemente assegnato ad esso stesso. E’ possibile richiamare tale funzione con i tasti “CTRL + A”; se il fornitore non è stato in precedenza associato nessun codice alternativo, l’assegnazione stessa può essere effettuata direttamente in questa fase.

 

Altri Dati

questa pagina contiene i dati necessari per la gestione delle dichiarazioni di acquisto e di vendita Intrastat e la segnalazione del tipo di codice a barre che viene utilizzato per l’articolo.

Fare attenzione ai seguenti campi:

    INTRASTAT:

  • Tipo Prodotto: identificazione della tipologia del prodotto;
  • Codice (Nomenclatura combinata):  codice Intrastat di riferimento all’articolo;
  • Codice Accisa: codice accisa che identifica l’articolo;
  • CPA ,TARIC,CADD: codici doganali che compongono il codice accisa del prodotto;
  • Conversione Kg.:  rappresenta il valore di conversione in Kilogrammi, da calcolare sull’unità di misura base;
  • Unità di misura supplementare: unità di misura supplementare, importante per la compilazione Intrastat;
  • Codice AAMS: codice prodotto monopolio di stato;
  • Conversione: indica il fattore di conversione per l’unità di misura supplementare.

 

    TOUCHSCREEN: permette di assegnare all’articolo un immagine che apparirà nella ricerca articolo da operazioni al banco touch screen.

    MOBILE: permette di disabilitare la modifica delle quantità omaggio e sostituita dell’articolo sui modulo mobile valves.

    PRODUZIONE: se è attiva la distinta base in fase di vendita ( vedi Pag. 5 Parametri di gestione), permette l’imputazione della distinta base relativa all’articolo. La distinta associata all’articolo sarà utilizzata nelle procedure automatiche di generazione dei movimenti di produzione e sarà proposta negli inserimenti delle righe dei documenti di vendita

    CODICI A BARRE: Selezionare come deve essere identificato l’articolo. Può essere identificato  solo con il codice oppure con il codice a barre composto (tipo EAN13 che inizia con il caratttere 2). Il codice a barre composto consente la lettura del codice del prodotto abbinato al relativo prezzo o quantità.

 

Notizie:

in questa pagina è possibile annotare informazioni generali sul prodotto e allegare documentazione di ogni genere:

L’ampio campo previsto per le annotazioni, consente di inserire qualsiasi notizia relativa all’articolo in questione.

Il pulsante Allegati consente di allegare qualsiasi tipo di documentazione (vedi Allegati).

 

Inoltre, esistono funzionalità aggiuntive utili in fase di consultazione di queste schermate. Tali funzioni possono essere attivate tramite i pulsanti delle toolbar laterali o col tasto destro del mouse in un punto della schermata.